Essere Guida per Essere Leader

Il Leader è una guida e più s‘inoltra nel suo cammino, più diventa una luce, è l’augurio che faccio a tutti, onorandomi del privilegio di avervi indicato la strada.
Il cammino del Leader è il cammino dell’Eroe e attraversa vari ruoli, quali quello di prendersi cura degli aspetti più semplici dell’ambiente, dell’allenamento per migliorare il comportamento, dell’insegnamento dei livelli di apprendimento per avere le capacità, del coinvolgimento del cuore per stimolare i valori, del supporto dell’anima per avere una identità e del risveglio spirituale per andare oltre la visione della vita.
Ecco come alcuni importantissimi leader intendono essere delle guide:

NOI SIAMO UN SEME CHE GERMOGLIA, ovunque noi siamo, siamo al centro, siamo la luce, siamo un granello di sabbia, un seme che è un cosmo e in questo cerchio c’è anche il significato della fine di qualcosa che può essere ripiantata.
Il cerchio è anche una spirale ed è la metafora dell’essere umano.
BEAUTIFUL PAINTED ARROW

IL LEADER CONOSCE LA PASSIONE. Forse la passione è la chiave per cambiare il carattere delle nostre vite, forse è la chiave per cambiare il mondo. Quando uno vive con passione, spesso ispira gli altri a fare lo stesso. Seguite la vostra passione se volete dare significato alla vostra vita o che la vostra vita cambi.
La passione è correlata con la vita spirituale e la vita spirituale è correlata con la vostra salute, così come lo è la vita mentale, emozionale e fisica.
Ciascuno di noi ha un’eredità spirituale unica che contribuisce al suo benessere, forma un’attitudine individuale e un modello di comportamento di auto guarigione.
La vita è compresa come un viaggio la cui strada porta dalla malattia alla salute. Diventa consapevole del tuo personale viaggio spirituale, ti porterà alla tua successiva salute fisica, mentale ed emotiva.
LLOYD THOMAS Ph.D.

“LA LEADERSHIP CONSISTE NEL SAPER CREARE UN MONDO AL QUALE LE PERSONE DESIDERINO APPARTENERE”
Questa creazione impone abilità di Leadership visionaria e i mezzi per applicarla.
Fanno parte di queste abilità e strumenti la capacità d’auto osservarsi e di scoprirsi proprio come quella di interagire con gli altri.
La capacità di sviluppare e chiarire a se stessi sogni e idee, di condividerli, di tradurli in azioni e di ottenere l’impegno di altri per realizzarli.
L’aspetto più importante di cui tenere conto per sviluppare migliori abilità di Leadership, ha a che vedere con la motivazione e l’impegno.
Per “creare un mondo” migliore bisogna far leva sull’azione non meno che sulla visione.
Le abilità di leadership sono fra le capacità più preziose in un mondo in continuo cambiamento e in un’accezione più allargata la leadership disegna la capacità di influire su altre persone in vista del raggiungimento di un fine.
La Leadership efficace dipende dallo stato interno in cui la persona si trova.
ROBERT DILTZ

Chi s’impegna nella ricerca interiore sa che il senso del passato e del futuro ci apre alla consapevolezza collettiva. Ma ci siamo mai riservati del tempo per esplorare l’intera sfera del “passato” e per permetterci di essere potenziati dalla voce di chi è venuto prima di noi?
Esplorando le grandi possibilità esistenti nelle nostre radici, possiamo acquisire una visione completamente nuova di dove stiamo andando e aiutare a rinnovare la promessa della terra.
RICK JAROW

La nostra maggior paura non è di essere inadeguati. La nostra paura è d’essere potenti oltre misura. È la nostra luce, non il nostro buio, che impaurisce. Ci chiediamo: “Chi sono io per essere brillante, meraviglioso, pieno di talento, favoloso?
In verità, chi siete per non esserlo? Voi siete figli di Dio. Quando giocate un ruolo modesto non aiutate il mondo. Non vi è nulla d’illuminante nel farsi piccoli, in modo che altre persone non si sentano insicure accanto a voi.
Siamo fatti per brillare, come fanno i bambini. Siamo nati per rendere manifesta la gloria di Dio che è dentro di noi, non è in qualcuno di noi; è in tutti quanti. Mentre facciamo brillare la nostra luce, inconsciamente permettiamo agli altri di fare la stessa cosa. Mentre ci liberiamo della nostra paura, la nostra presenza, automaticamente, libera gli altri.
NELSON MANDELA

Ho proposto bellissimi esempi di grandi persone che hanno lasciato o stanno lasciando una traccia nel mondo.
Le guide lasciano una traccia per chi viene dopo in modo da rendere la strada sicura, tutti abbiamo bisogno di trovare una guida che ci aiuti a trovare la nostra strada, che è il nostro destino e se viviamo il nostro destino, tutto diventa facile e scorrevole.
L’esperienza che ho costruito vivendo mi ha insegnato che la vita che abbiamo scelto noi per nascere, non è mai matrigna o negativa, anche se così può presentarsi o trasformarsi. Perché tutto quello che ci accade, ha uno scopo positivo e noi dobbiamo scoprirlo.
Chi si arrende all’evidenza e non si pone delle domande per andare a trovare una ragione circa i fatti che succedono, diventa triste ed infelice e allora ha l’impressione di essere sfortunato o incapace, due pensieri che non devono esistere nella mente di alcuno.
Il destino è un’evoluzione, spesso necessita che siano fatti dei cambiamenti anche difficili o impensabili, spesso si avvale di traumi di vario genere, per mandare il messaggio alla persona traumatizzata, poiché è un modo efficace per bloccare una situazione e fare un cambiamento, di qualsiasi genere, per trovare la giusta direzione del destino.
Occorre quindi diventare guida della propria vita per viverla pienamente e comprendere il vero motivo per il quale si è nati.
Chi è capace di guidare se stesso e anche capace di guidare gli altri perché è per loro un esempio, poiché se uno è capace a raggiungere importanti risultati, significa che è possibile anche per altri che possano raggiungere i propri.
L’aspetto più importante della guida o del leader è la sua visione, la sua capacità di vedere lontano oltre l’orizzonte, che gli consente di capire quale strada percorrere per arrivare lontano dove i suoi sogni o progetti lo attendono.
La visone lontana è la visione spirituale perché è ampia e non è contaminata dai problemi o dalle difficoltà del quotidiano, ma soprattutto dai pensieri negativi e limitanti che la mente può avere o continuare a produrre.
Con questo articolo voglio sottolineare che la parola guida o leader è da considerarsi vicina a ciascuno di noi se si responsabilizza verso la propria vita per viverla come desidera e mai fermarsi davanti alle difficoltà, perché spesso sono scuse per non cambiare se il cambiamento fa paura.
Gli obiettivi bisogna guadagnarseli e i sogni bisogna averli, altrimenti la vita è scialba o inutile, d’altronde i nostri desideri sono molto personali, nessuno può regalarceli e la loro realizzazione da significato al vivere.
La parola leader è per lo più considerata facente parte del mondo del lavoro, della politica, del business, ma desidero estrarne il significato per renderlo disponibile a chiunque voglia sentirsi protagonista della propria storia. Una parola “equivalente” può essere capitano o comandante, che è la persona responsabile della nave, la conduce in porto anche affrontando fortunali e marosi proprio come avviene costantemente nella vita di ogni persona. Perciò l’ingrediente necessario per vivere la propria vita è utilizzare il valore coraggio, sicuro compagno per districarsi nelle difficoltà.